Menu Chiudi

Conferimento d’incarico per le attività di recupero stragiudiziale e giudiziale per la mancata erogazione dei benefici economici connessi alla così detta Carta del Docente.

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Il sottoscritto
inserire il luogo di nascita
Inserire la data di nascita
inserire il codice fiscale
inserire l’indirizzo di residenza
Inserire il Comune di residenza
inseriere il cap
inserire la Provincia di residenza
inserire il numero di telefono mobile
inserire per ciascuna riga: Anno scolastico di riferimento, istituto scolastico (nome e indirizzo), data di inizio e fine servizio, materie di insegnamento e numero di ore settimanali
D’ora in poi per brevità definito come associato

Premesso che

L’associato dichiara di aver svolto attività di supplenze scolastiche nei precedenti cinque anni e di non aver ricevuto il pagamento del beneficio economico connesso alla così detta Carta del Docente.
L’associato ha, pertanto, necessità di un servizio di assistenza legale giudiziale e stragiudiziale e ha interesse ad avvalersi dell’operato dell’associazione Istituto per la Difesa del Consumo (d’ora in poi per brevità definita come “l’Associazione”), la quale a tal fine opera per il tramite di Avvocati, regolarmente iscritti presso i relativi fori di appartenenza.
I servizi erogati dall’associazione sono riservati agli associati, per cui la presente vale anche come domanda di iscrizione all’associazione, senza che ciò comporti alcun onere economico né presente né futuro.
Tutto ciò premesso, tra le parti si conviene quanto segue

§ Art. 1: Oggetto dell’incarico e della prestazione

Le premesse sono parte integrante del presente accordo.
Con la presente scrittura il committente diviene socio dell’Associazione a cui conferisce incarico per il recupero stragiudiziale e giudiziale per il credito relativo alla mancata erogazione in proprio favore dei benefici economici connessi alla così detta “Carta del Docente”.
L’associazione si impegna ad adoperarsi per il recupero del credito, secondo le informazioni rese note dall’associato, senza alcun obbligo o garanzia di di risultato.
L’Associazione, per il tramite dei propri legali, tenterà dapprima un’attività di recupero stragiudiziale mediante notifica di diffida e intimazione di pagamento al Ministero. Solo ove la diffida non dovesse sortire alcun effetto, si procederà in via giudiziale e, in tale eventualità, sarà onere dell’Associato corrispondere il pagamento di euro 49,00 per le spese vive da sostenere (ovvero per l’acquisto del contributo unificato).

§ Art. 2: Modalità operative

L’associato si impegna a rendere noti i dettagli della vertenza, mediante la compilazione del presente modulo di conferimento incarico.
L’associato si dichiara ed è consapevole che le attività di recupero crediti saranno svolte unicamente sulla base delle informazioni che saranno qui rese e che, pertanto, informazioni incomplete, omesse o errate potranno irreversibilmente compromettere il buon fine delle operazioni.
Qualora l’associato abbia in precedenza già conferito incarico per le medesime attività di recupero ad altri professionisti o altre associazioni o vi abbia personalmente provveduto, sarà suo onere inviare informativa all’associazione, allegando eventuale relativa documentazione.
Conferendo incarico all’Associazione per le attività di recupero, l’associato si impegna con vincolo di esclusività a non conferire incarico per le medesime attività di recupero a nessun altro professionista e a nessun altra associazione per tutta la durata del rapporto. In caso contrario, ogni vincolo sarà da ritenersi automaticamente e immediatamente risolto.
Ove necessario, ovvero all’atto di intraprendere le attività di recupero giudiziale del credito, l’Associazione si riserva la facoltà di richiedere all’associato idonea documentazione, ed in particolare contratti di lavoro, buste paga, CUD relativi agli anni di servizio, copia della carta d’identità.

§ Art. 3 Esclusione del diritto di recesso

Allo scopo di ottimizzare e massimizzare le opportunità di recupero del credito, l’Associazione darà fin da subito inizio alle relative attività. Ciò comporta che la fornitura di servizi in favore dell’associato decorra già durante il periodo di 14 giorni, durante i quali sarà quindi fin da subito preclusa la possibilità di esercitare il diritto di recesso.

§ Art. 4 Risoluzione anticipata

Qualora, a qualsiasi titolo, l’associato intenda risolvere anticipatamente il presente rapporto potrà inviare formale richiesta alla sede dell’associazione. La richiesta di risoluzione avrà efficacia immediata al momento della sua ricezione. A seguito della richiesta di risoluzione anticipata, l’associazione abbandonerà definitivamente ogni attività di recupero, anche qualora ciò comportasse la decadenza di termini o l’abbandono di trattative in corso.

§ Art. 5 Foro competente

Le parti convengono che per qualsiasi controversia relativa all’interpretazione od esecuzione del presente contratto, salvo che rientri tra quelle per le quali la legge prevede espressamente l’inderogabilità della competenza per territorio, sarà esclusivamente competente il Foro di Napoli Nord.
Indica il luogo in cui ti trovi
Indicare la data di oggi
Caselle di spunta